Real Time Marketing: perché un’azienda non può farne a meno

Esserci, rispondendo prontamente e tempestivamente a stimoli esterni.

Immagine autore

A chi non è mai capitato di pensare: chissà cosa farà la tal azienda sulle ultime vicende politiche? Oppure: cosa si inventerà quel social manager per celebrare una vittoria sportiva? 

Già solo questa domanda potrebbe farci capire perché oggi un'azienda non può fare a meno del Real Time Marketing. Ma che vuol dire? 

RIspetto ad un passato molto recente, il marketer e chi si occupa di comunicazione non può più accontentarsi di programmare attività e strategie, metterle in pratica e fare report. 

Pianificazione - attività - report. 

Non più. Non basta.

Oggi l'azienda si gioca marketing e comunicazione sulla capacità di rispondere in tempi brevissimi a stimoli esterni, che possono essere fatti al centro dell'opinione pubblica, eventi sportivi, occasioni celebrative. Il marketer, il social manager, chi si occupa di comunicazione deve essere costantemente focalizzato sul tempo reale, avere gli strumenti per monitorare i propri utenti per capire cosa cercano di dirci, essere in grado di soddisfare domande e necessità dei propri "fan", intercettando bisogni e proponendo soluzioni. 

Per dirla con Vincos, 

Il Real Time Marketing è un approccio al mercato che fa leva sulla capacità aziendale di rispondere tempestivamente ad eventi e stimoli esterni, siano essi prevedibili o meno

L'azienda deve esserci. Senza risposte fredde o automatizzate, ma con una presenza calda, umana. 

I benefici o i danni sono enormi. Provate a chiedere ad un utente cosa pensa di un'azienda: capita spessissimo ormai che le prime risposte vadano nella direzione di 

Male. Non mi hanno mai risposto su Facebook

a

Sono dei grandi. Mi hanno aiutato a risolvere quel problema etc etc

Esserci. Non si tratta di improvvisare, intendiamoci bene. Ma di essere preparati ad intervenire tempestivamente,

essere sul pezzo.

È appena passata la notte degli Oscar e tutti parlano di Leonardo Di Caprio. Saper uscire con un post ironico sulle vicende dell'attore significa raggiungere un fetta di pubblico molto più grande rispetto a qualsiasi altro post. E farlo a basso costo. L'utente è disposto a interagire e condividere se si parla di ciò che gli interessa. Altrimenti puff, sparisce.

Tre criteri per il Real Time Marketing:

- effetto sorpresa

- il messaggio giusto al momento giusto

- coerenza e riconoscibilità 

Un brand per interagire e interessare deve apparire spontaneo, interattivo, un passo avanti. 

Ci vuole un cambio di mentalità. 

Che si parlo di un evento programmato, di una breaking news, del customer service o di un intervento in real time, se l'azienda dimostra di esserci si guadagnerà fiducia e positività dell'utente. Altrimenti semplicemente verrà abbandonata. 

Vuoi discutere un progetto simile?
Parliamone!