Google indicizzerà prima le pagine da mobile

Google rivoluziona l'indice del motore di ricerca e premia il mobile.

Immagine autore

Google renderà l'indice mobile il primo e più importante, a discapito del desktop. Questa la notizia, molto importante per tutti coloro che si occupano di SEO e non solo. Come riportato da Jennifer Slegg del The Sem Post

Perché Google cambia?

La cosa non ci sorprende, dato che rappresenta l'ulteriore evoluzione iniziata nel marzo 2015, quando Google dichiarò il mobile friendly fattore di posizionamento. 

Perché Google cambia in maniera così netta? Semplice, Google prende atto che i telefoni sono molto più utilizzati dei computer per navigare e che gran parte dei siti ricevono più visitatori da mobile che da desktop, dato che per esperienza vi possiamo confermare. 

Un altro motivo è sicuramente l'introduzione da parte di Google delle AMP, il protocollo di accelerazione delle pagine, per intenderci la stessa cosa che fa Facebook con gli Instant Articles. Come il suo rivale, Google è interessato a farti stare dentro casa sua. 

Cosa significa per la nostra pagina web?

Questo cambiamento significherà che se sono posizionato sulla SERP (Search Engine Results Page, la pagina dei risultati della mia ricerca) di Google per una determinata parola chiave, potrei subire un declassamento se la mia pagina è visitata più da desktop mentre potrei salire se le visite avvengono principalmente da mobile. Inutile dire che se il nostro sito non è ancora mobile friendly per noi sarà ancora più dura, e se non vogliamo scomparire dovremo correre ai ripari immediatamente. Se vogliamo restare su Google e prendere atto che le cose sono cambiate, dovremo rifare il sito partendo dalla sua versione mobile, rovesciare il nostro canonico modo di pensare. Rivoluzionare i nostri schemi. Un esempio? La nostra pagina dovrà essere molto più leggera, perché l'utente dopo due secondi in attesa di caricamento non si stufi e cambi.  

Quando avverrà il cambio? 

Non è ancora stato comunicata ufficialmente la data dello switch, attendiamo la comunicazione di Google.

Vuoi discutere un progetto simile?
Parliamone!